Come accentare i nomi greci

Si dice Tesèo o Tèseo? Sclèrosi o scleròsi? Eràclito o Eraclìto? Diòniso o Dionìso? "Graeca per Ausoniae fines sine lege vagantur ", ovvero: "Le parole greche vagano senza legge entro i confini d'Italia", dicevano già nel XVII secolo i grammatici, consci della confusione d'accento che la pronuncia dei nomi greci creava alle loro orecchie da secoli disavvezze al senso della "quantità" sillabica.
In realtà una regola per accentare bene c'è, anche se...
non sempre è applicabile, a causa del fatto che molte parole sono ormai entrate nell'uso con un'accentazione "scorretta" e volerle modificare sarebbe forse un'eccessiva pedanteria (chi oserebbe proporre oggi di pronunciare "diagnòsi" al posto di "diàgnosi"?)
Nei testi in allegato proponiamo una riflessione sulla questione e sulla sua storia, utile ad orientarsi secondo coordinate coerenti. Forniamo inoltre un piccolo dizionario di nomi greci con la corretta accentazione, consultabile al bisogno.

Scarica l'archivio sulla corretta accentazione dei nomi greci in formato rar